Altcoin Nightmare: Market Cap Down 10 miliardi di dollari come Bitcoin Dominance Surges

Il tappo del mercato cripto ha perso oltre 10 miliardi di dollari in un giorno, mentre il Bitcoin è sceso a 13.500 dollari e la maggior parte degli altcoin sono coperti di rosso.

Il Bitcoin continua a lottare da quando ha raggiunto un picco di oltre 14.100 dollari durante il fine settimana. La situazione con le monete alternative è ancora peggiore, e la capitalizzazione totale del mercato è scesa a circa 390 miliardi di dollari.

Le lotte del Bitcoin dal suo picco di 1.000 giorni

CryptoPotato ha riferito nel corso del fine settimana che la crittovaluta primaria ha raggiunto un nuovo picco nel 2020 di circa 14.100 dollari. La differenza tra questo record e i precedenti registrati in ottobre è che ha superato anche il picco del 2019. Di conseguenza, il Bitcoin ha raggiunto il suo prezzo più alto dal gennaio 2018.

Tuttavia, gli orsi hanno interferito e non hanno permesso ulteriori aumenti. Al contrario, BTC ha iniziato a diminuire gradualmente il suo valore. Solo ieri, il Bitcoin è sceso da circa 13.800 dollari al suo minimo giornaliero di 13.250 dollari in poche ore. La criptovaluta ha recuperato la maggior parte delle sue perdite nelle ore successive ed è tornata sopra i 13.500 dollari al momento di scrivere queste righe.

Se dovessero verificarsi ulteriori cadute, BTC potrebbe contare su 13.280, 13.150 e 13.000 dollari come supporto. In alternativa, Bitcoin potrebbe tornare alla sua recente corsa dei tori se supera le linee di resistenza a 13.500, 13.760 e 13.800 dollari.

Altcoins Bleed Out, Soffre il tappo del mercato

Le monete alternative sono state in qualche modo lasciate fuori durante gli ultimi salti di prezzo della Bitcoin. Questo ha portato ad un aumento del 6% della posizione dominante di BTC sul mercato in poche settimane. Nelle ultime 24 ore, il dominio è salito al 64%.

Mentre ora il Bitcoin è tornato indietro dell’1,3%, la maggior parte degli altercoin ha avuto una situazione molto peggiore. L’etereum ha perso quasi il 4% su una scala di 24 ore e scambia a 378 dollari. Solo pochi giorni fa, l’ETH ha superato i 400 dollari.

L’ondulazione (-3%) è scesa a 0,23 dollari. La top ten vede ancora più perdite da Bitcoin Cash (-8%), Binance Coin (-7,6%), Chainlink (-10%), Polkadot (-5,4%), Cardano (-8%) e Litecoin (-5,5%).

La maggior parte dei DeFi-tokens ha subito un crollo di valore, come già coperto in precedenza. Il token dei diritti di riserva (-15%) è in testa a questa classifica negativa. SushiSwap (-14%), Compound (-13%), Aave (-13%), Loopring (-11,8%), Synthetix Network Token (-11,6%), Energy Web Token (-11,5%) sono solo alcuni degli altri perdenti a due cifre.

A seguito della controversia con Huobi, anche la valuta nativa del cambio è scesa del 14,5%. In totale, la capitalizzazione di mercato cumulativa di tutte le crittocorse ha perso 10 miliardi di dollari in un giorno e 18 miliardi di dollari in una settimana.